Questo è l’archvio articoli di sulpanaro.net
Qui trovi tutti gli articoli che non sono più disponibili sul sito del nostro quotidiano

Bomporto, “Urgenti lavori di manutenzione argini”, non finisca come nel 2009, chiede il sindaco Borghi

da | Mar 6, 2014 | Bomporto, Alluvione, Notizie | 0 commenti

FRER0020220“E’ partita un’analisi delle arginature e come siano urgenti interventi di manutenzione, perché non ci si può permettere di arrivare a ottobre senza che sia stato fatto niente. Ci sono 19 milioni messi a disposizione dall’allora ministro Orlando che vanno portati a casa nel 2014. Tre milioni serviranno per il Secchia e altri 3 per il Panaro per di avviare la manutenzione Gli interventi di manutenzione dovevano e dovranno essere fatti». E’ tassativo il sindaco di Bomporto Alberto Borghi che l’altra sera ha riunito i cittadini per fare il punto sul post alluvione.

Il dibattito è stato acceso, Borghi ha offerto la sua disponibilità a ricandidarsi sindaco e ha spiegato che, come anticipato dal sindaco di Bastiglia,  il mezzo milione di euro della Fondazione Cassa di Risparmio servirà per asili e scuole, cui si sommeranno, ha fatto sapere Borghi, anche i 200 mila euro donati dall’Autostrada del Brennero con cui si interverrà anche a sostegno dei commercianti e per il pagamento delle bollette degli alluvionati. “Decideremo  – fa sapere il sindaco – in che percentuale contribuire sulle bollette».

Ma obiettivo vero è avere aiuto da Roma, che a detta di molti sta trascurando la Bassa. “Vogliamo il risarcimento danni al 100%, l’azzeramento del Patto di Stabilità, che ci darebbe a disposizione 600mila euro, la verità sulla responsabilità del disastro, l’ inizio dei lavori strutturali agli argini e  la riforma Aipo. I soldi ci sono e devono arrivarci”. Non deve andare a finire come “per la piena del 2009: il governo stanziò 4 milioni per interventi urgenti, ma – ricorda il sindaco – Aipo non fece nulla e la procedura d’ urgenza venne invalidata”.