Questo è l’archvio articoli di sulpanaro.net
Qui trovi tutti gli articoli che non sono più disponibili sul sito del nostro quotidiano

Passi avanti per la proroga di tre anni della sospensione mutui case inagibili. Ferraresi (M5S): “Un primo riusltato congiunto su terremoto e alluvione”

da | Mar 13, 2014 | Ricostruzione, speciale terremoto | 0 commenti

vittorio ferraresiUn primo risultato congiunto Pd-Movimento 5 Stelle su terremoto ed alluvione. “Oggi, 13 marzo 2014, in commissione finanze della Camera, sul decreto “Rientro capitali dall’estero”, il lavoro congiunti del Movimento 5 Stelle e del partito democratico, ha permesso un primo risultato in merito alle proroghe dei pagamenti da parte delle imprese locali” C’è soddisfazione nella parole del deputato Vittorio ferraresi dando la notizia dell’importante passo avanti fatto oggi per portare ai terremotati  emiliani la buona notizia della proroga della sospensione pagamento mutui case inagibili. Una vicenda che si trascina da troppo tempo a Roma, aveva subito uno stop mesi fa per colpa di questioni burocratiche poi si era fermata. Ieri ha ripreso l’iter.“Un emendamento a firma congiunta, PD e M5S, ha prorogato per tre anni la restituzione dei finanziamenti avuti per pagare le imposte delle imprese colpite dal terremoto del 2012. Non è detta ancora l’ultima parola, c’è il vaglio della commissione bilancio, dove cercheremo di nuovo di trovare il consenso necessario perché ciò diventi definitivo, dando respiro a chi deve fare impresa – dicono Vittorio Ferraresi (che non ha potuto essere presente a seguito della famosa sospensione  imposta) e Michele dell’Orco, che ha rappresentato il movimento e sostenuto gli emendamenti – Un doveroso  e sincero ringraziamento alla deputata Manuela Ghizzoni del PD per il suo impegno in commissione.

Avevamo chiesto di avere una fiscalità di vantaggio ma, ancora una volta, ci è stata negata. Un nostro emendamento per prorogare fino al 31 dicembre del 2016 la sospensione delle tasse nei comuni alluvionati rischiava di essere bocciato, abbiamo allora sottoscritto l’emendamento della Ghizzoni per una proroga fino al 31 ottobre 2014.

Sono risultati comunque importanti, seppur non sufficientiper uscire dalle emergenze che ci hanno colpito – precisano i deputati-  resta la soddisfazione di aver dimostrato che su questioni serie si trova la condivisione al di là delle contrapposizioni politiche, che sia di buon auspicio per i futuri provvedimenti. A Roma hanno altre priorità, lo si vede tutti i giorni, dell’Emilia tendono a dimenticarsene volutamente. Ci auguriamo che i deputati del partito democratico locale adesso sostengano la nostra mozione sull’alluvione che sta per essere discussa, dove dentro abbiamo inserito tutti gli impegni necessari, sarebbe un ottimo risultato per il nostro territorio”.