Questo è l’archvio articoli di sulpanaro.net
Qui trovi tutti gli articoli che non sono più disponibili sul sito del nostro quotidiano

“Chi ospita profughi deve pagare più tasse”. La proposta-choc del sindaco terremotato

da | Set 1, 2015 | Richiedenti asilo, Ultime news | 0 commenti

“Aliquote Tasi e Imu al massimo per chi ospita presunti ‘profughi’ in case o strutture di sua proprietà.  E il gettito così prodotto lo destineremo a un fondo a disposizione dei terremotati”. Nel giorno dell‘annuncio del Viminale di 20mila nuovi arrivi il sindaco leghista di Bondeno – Comune ferrarese terremotato, già al centro delle cronache per la sua protesta anti-profughi – Fabio Bergamini, lancia con un comunicato stampa la sua proposta provocatoria.

“A provocazione rispondo con provocazione.  Per quanto mi riguarda Alfano ci sta sfidando, il suo è un affronto ai nostri territori”, dice.  “Chi vìola il patto di solidarietà tra terremotati – vendendosi come un Giuda per 30 denari (corrispondenti agli oltre 30 euro al giorno incassati per clandestino mantenuto)  – merita una batosta fiscale, con i soldi così ottenuti potremo dare nuovi aiuti ai terremotati.  Sono stato eletto per fare il bene di questa comunità, ferita da un sisma, non per dilapidare risorse per dare accoglienza a clandestini, visto che solo 3 su 10 hanno i requisiti per dirsi ‘profughi’. Sappiano che la nostra protesta contro queste politiche di invasione, che alimentano solo ingiustizie sociali, è concreta, e si svilupperà in dure azioni di contrasto a questa accoglienza selvaggia, folle, pericolosa. Davide contro Golia, il Comune di Bondeno dichiara guerra politica allo Stato. Se di mezzo c’è la tutela dei nostri cittadini non ci fermiamo di fronte a nessuno”.

E dalla Regione il capogruppo del Carroccio Alan Fabbri invoca lo stop ai contributi regionali ai Comuni i cui sindaci scelgono di dare ospitalità ai clandestini, sulla scorta di quanto già annunciato dal governatore lombardo Maroni”.  “Passiamo a misure concrete di disincentivo dell’accoglienza sfrenata ai clandestini.  Fatti come il duplice omicidio di Palagonia aprirebbero gli occhi a un governo ragionevole.  Ma questo governo non è né ragionevole né normale e – con la colpevole complicità di governatori Pd come Bonaccini – si ostina a far entrare e a dare vitto alloggio a centinaia di migliaia di persone, senza alcun controllo e senza che, nella maggior parte dei casi, gli immigrati accolti abbiano i requisiti per dirsi ‘profughi’ e accedere ai percorsi specifici di protezione. Nel 2015 il governo getterà in accoglienza agli stranieri oltre un miliardo di euro, soldi pubblici indebitamente sottratti ai nostri cittadini, ai nostri disoccupati, ai nostri anziani, ai tanti giovani senza lavoro (il 44%). Queste politiche sono razziste, e i discriminati sono i nostri cittadini in difficoltà, costretti a pagare tasse su tasse per non avere niente in cambio”.