Questo è l’archvio articoli di sulpanaro.net
Qui trovi tutti gli articoli che non sono più disponibili sul sito del nostro quotidiano

Vendere 2.0 – Colpa mia o colpa tua? Responsabilità in azienda tra regole e buon senso

da | Nov 16, 2016 | Rubriche | 0 commenti

VENDERE 2.0

di Katia Motta e Flora Hyeraci

Cari lettori, imprenditori, lavoratori di tutti i settori e livelli, per questa puntata abbiamo scelto un argomento delicato ma di attualità e urgenza, che accomuna l’esperienza di molti, come abbiamo avuto modo di verificare nel partecipato seminario del 7 luglio scorso presso Unindustria Reggio Emilia, dove siamo state invitate a discutere di “Responsabilità in azienda”.

Un’organizzazione competitiva può rappresentare una leva strategica per la differenziazione aziendale nel mercato. E non solo nel campo delle nuove tecnologie ma anche nei settori “tradizionali” dove in passato le nostre aziende hanno giocato da capofila. Ma come cambiare? Alla base delle scelte di organizzazione oggi dovrebbe valere il principio dell’orientamento alle persone, implicando con ciò l’obiettivo di ottenere l’efficienza aziendale coniugandola con la soddisfazione e la crescita delle risorse umane.

Riorganizzare l’azienda significa chiarire e razionalizzare processi, funzioni; significa lavorare sulle performance e potenzialità dei dipendenti per collocarli là dove sono più produttivi: la persona giusta al posto giusto.

Una riorganizzazione ben fatta rende più facile orientare le risorse aziendali sulle priorità strategiche e sulle principali aree di sviluppo, ridurre gli sprechi, migliorare il processo decisionale e naturalmente l’operatività. Prima di tutto ciò, però, bisogna aver ben chiari gli obiettivi a cui tutta la struttura tende; quindi in capo ai titolari, ai manager, ai capi squadra c’è lo sforzo di aggiornare e condividere visione e missione aziendali, ognuno per la sua parte di Responsabilità. Esatto, perché è questa la cultura da diffondere in azienda: una cultura della Responsabilità che è diversa dal concetto di colpa; una cultura della proattività e dell’orientamento alla soluzione dei problemi; di sinergie, efficienza e qualità. Una cultura della Responsabilità così intesa è innanzitutto una questione di leadership e “buon esempio”.