Questo è l’archvio articoli di sulpanaro.net
Qui trovi tutti gli articoli che non sono più disponibili sul sito del nostro quotidiano

La dimettono dall’ospedale e muore 24 ore dopo. È polemica a Mirandola

da | Dic 19, 2016 | Mirandola, Salute | 0 commenti

È polemica a Mirandola dopo che si è venuti a conoscenza del decesso di una donna che era stata dimessa dal Pronto Soccorso dell’ospedale, poi ricoverata dopo che si era aggravata e quindi deceduta. La donna, madre di un commerciante mirandolese, aveva 95 anni.

Ecco il commento del comitato Salviamo l’ospedale della Bassa:

“Sicuramente 95 anni raggiunti sono una bella meta, ma probabilmente se i nostri medici non fossero continuamente assillati dal problema della cronica mancanza dei posti letto, 130 anziché 198 come previsto dal PAL per il nostro ospedale di Mirandola, questa anziana signora avrebbe potuto essere trattenuta in osservazione all’ospedale stesso, forse sarebbe deceduta lo stesso, ma almeno non rimarrebbero dubbi…..
Quanti di noi in questi anni dal terremoto 2012 quando il nostro ospedale contava ancora 224 posti letto, si sono sentiti dire dopo un ricovero al pronto soccorso o dopo un interevento: siamo spiacenti, ma dobbiamo dimetterla perché se non liberiamo i posti letto non possiamo accogliere altri pazienti, a qualcuno è anche capitato di sentirsi dire: dobbiamo rimandare l’intervento perché non abbiamo posti letto disponibili….. Anche nella mia famiglia è accaduto recentemente.
Non dobbiamo prendercela col personale dell’ospedale, dobbiamo prendercela coi dirigenti AUSL di Modena e coi nostri Sindaci che non sanno nemmeno far rispettare gli accordi al ribasso che hanno firmato nel PAL.
Forse i lauti premi distribuiti proprio in questi giorni ai dirigenti AUSL, DOVREBBERO ESSERE VALUTATI ANCHE DA UN GIUDIZIO DEI CITTADINI che subiscono le loro scelte”