Questo è l’archvio articoli di sulpanaro.net
Qui trovi tutti gli articoli che non sono più disponibili sul sito del nostro quotidiano

Scuole Frassoni, a fine marzo si decide se aprirle oppure no

da | Feb 3, 2017 | In Primo Piano, Finale Emilia | 0 commenti

Le scuole Frassoni sono le scuole di Finale Emilia che, secondo le ipotesi di accusa della Procura di Modena, sarebbero state costruite col cemento depotenziato. Una accusa pesante, lanciata mesi fa e che per ora non ha trovato verifica. Si sta ancora indagando, infatti, se il cemento farlocco sia effettivamente presente oppure no. Ci si aspettava che si la situazione si chiarisse per settembre, in tempo per fare aprire le scuole e far entrare gli studenti. Ma così non è stato, e ora si parla di fine marzo per una decisione.

La data arriva da Roma, all’indomani del nuovo sopralluogo fatto sulla scuola di Finale Emilia da tecnici delle ditte sospettate della truffa e degli enti pubblici con i consulenti della Procura. I tempi stringono, l’incidente probatorio il Tribunale vuole tenerlo al più presto.

“A fine marzo – spiega il deputato finalese Vittorio Ferraresi – verrà stabilito se l’istituto, ancora chiuso per motivi di sicurezza, si agibile o se debba rimanere ulteriormente chiuso.

“Sarà, come sempre, impegno mio e del Movimento 5 Stelle – aggiunge il deputato – monitorare il caso, sia nelle opportune sedi istituzionali sia dando alla cittadinanza informazioni costanti e puntuali sull’evolversi di una vicenda estremamente grave, che riguarda l’incolumità di figli e parenti e che.  La Regione quindi non cerchi di nascondere un fatto che potrebbe avere una rilevanza e gravità senza precedenti, visto che potrebbe essere allargato non solo alla Provincia di Modena, che tutti i cittadini devono poter analizzare alla luce del sole con informazioni aggiornate”