Finale Emilia, il M5S: “Che batosta per le famiglie: aumenti da 500 euro”

da | Apr 4, 2017 | Finale Emilia | 0 commenti

“Che batosta per le famiglie di Finale Emilia: aumenti da 500 euro”. Lo dice il Movimento 5 Stelle guardando al bilancio comunale 2017. Per palazzi e la sua Giunta, scrivono i pentastellati, si tratta di una “prova fallita”.
Si tratta, scrivono, del “primo e sostanziale appuntamento del nuovo governo di Finale Emilia. Una prova ampiamente fallita dal sindaco Palazzi che con la sua Giunta ha di fatto “commissariato” il Comune. Una manovra economica che riduce i servizi erogati alla cittadinanza, aumenta i costi dei servizi scolastici e che non fa nulla per contrastare gli aumenti della tariffa rifiuti.

Totale? Aumenti da 500€ circa per una famiglia con due figli in età scolare.

Il paradosso è stato proprio quello vedere approvare dal Sindaco e dai consiglieri di maggioranza quegli stessi provvedimenti, identici, che l’anno scorso venivano sonoramente contestati al governo Ferioli. Un trasformismo candidamente definito dal Sindaco come “il gioco delle parti”,una mancanza di coerenza, che di fatto lascia il Comune come se non ci fossero state le elezioni che hanno invertito dopo 70 anni il colore (solo quello) politico.

I cittadini – proseguono gli esponenti del Movimento 5 Stelle – si sono svegliati il 1 Aprile con un aumento della TARI di circa il 14%, (No non è un pesce d’Aprile!!) che è stato avvallato dal Sindaco senza analizzarne i dettagli di costo e accettando quanto imposto da Geovest. Nessuna volontà a cercare soluzioni che portassero al contenimento dei costi, eppure le evidenze che Geovest operasse in modo inefficiente c’erano, e le abbiamo fatte notare punto per punto in consiglio dopo non aver avuto risposte in commissione.

Bastava semplicemente un po’ di coerenza, e seguire i consigli che questa stessa maggioranza dava a Ferioli l’anno scorso. Chi sostiene che non si poteva fare di più mente sapendo di mentire, non si è voluto fare di più, questa è la verità.

Sindaco, Presidente del Consiglio e maggioranza tutta hanno rinnegato loro stessi, le tante belle parole (SOLO PAROLE!!) spese negli anni scorsi; i voti contrari del passato sono diventati favorevoli, le ricette definite vergognose della giunta precedente sono diventate linee guida da imitare, mentre i cittadini sono, di nuovo, solo una fonte di reddito a cui alzare le tariffe per far quadrare il bilancio”.