Gli agricoltori donano una trattrice all’Istituto Calvi

da | Apr 9, 2017 | Finale Emilia, Agricoltura, Economia, Agricoltura | 0 commenti

“Il futuro dell’agricoltura passa attraverso la formazione dei giovani ed è per questo che il destinatario della raccolta fondi – lanciata dalla Cia Emilia Romagna all’indomani del terremoto in Emilia – è l’istituto tecnico statale per l’agricoltura ‘Calvi’ di Finale Emilia”. A parlare così è Cristiano Fini, vice presidente della Cia dell’Emilia-Romagna, argomentando la scelta di devolvere alla scuola agraria del modenese un importo che ha contribuito all’acquisto di una trattrice utilizzata dagli studenti a scopo didattico e per le lavorazioni nei campi dell’istituto. La consegna del mezzo, spiega una nota, è avventa nel corso di ‘Mater Vitis’, un evento promosso dal ‘Calvi’ il 4 ed il 5 aprile scorso in cui son stati organizzati dibattiti e tavole rotonde sulla innovazione in vitivinicoltura. “Abbiamo voluto dare un contributo alla scuola che forma gli agricoltori ed i tecnici del futuro – ha detto Fini – perché saranno loro a dare continuità ad un lavoro indispensabile per la collettività e che bisogna incentivare.

La Confederazione ed i suoi associati – conclude Fini – negli ultimi mesi ha inoltre inviato diverse tonnellate di foraggio agli allevatori marchigiani colpiti dal sisma e donato 6 case mobili ad altrettante famiglie di agricoltori con la l’abitazione inagibile: piccoli gesti di solidarietà per aiutare realtà produttive in grande difficoltà”.