Il Papa a Carpi e Mirandola: assistenza sanitaria garantita per 80mila persone

da | Apr 1, 2017 | | 0 commenti

In occasione della visita di Papa Francesco, in programma domani 2 aprile a Carpi e Mirandola, l’Azienda USL di Modena ha predisposto un piano straordinario di assistenza per gli oltre 80mila fedeli attesi. Il Dipartimento di Emergenza Urgenza, attraverso il coordinamento del sistema 118, con la Croce Rossa Italiana e ANPAS, ha dislocato personale sanitario e mezzi nei luoghi in cui si prevede il maggior afflusso di persone. Saranno allestiti complessivamente 6 Pma (Posto medico avanzato), 4 a Carpi e 2 a Mirandola. In ogni Pma, con ambulatorio ed astanteria con 8 posti letto, ci saranno medici e infermieri esperti in emergenza urgenza, oltre a volontari soccorritori. A Carpi, dov’è previsto l’arrivo di oltre 1.400 disabili, sarà attivato un punto dedicato, gestito in collaborazione con l’Associazione Unitalsi. E’ stata programmata la presenza di 20 ambulanze a Carpi e 10 a Mirandola, e la presenza di 40 squadre di soccorso a piedi. Potenziata anche l’attività dei Pronto Soccorso degli Ospedali “Ramazzini” e “Santa Maria Bianca” per la gestione di un possibile maggior afflusso di pazienti.

“Abbiamo profuso uno sforzo straordinario per rispondere a questa eccezionale circostanza, affinchè la visita del Santo Padre si svolga in piena sicurezza, tutelando la salute dei numerosi presenti” ha dichiarato il Direttore Generale dell’Azienda USL di Modena Massimo Annicchiarico. “L’impegno di tante persone in preparazione di questo straordinario evento è stato encomiabile per la qualità di un lavoro preparatorio estremamente complesso. L’Azienda USL di Modena, chiamata a svolgere un impegno eccezionale, si è dimostrata in grado di rispondere in maniera adeguata. Sono sicuro che sapremo garantire l’assistenza ai presenti grazie all’impegno di tantissimi professionisti e volontari, ai quali va il nostro incondizionato ringraziamento”.