Questo è l’archvio articoli di sulpanaro.net
Qui trovi tutti gli articoli che non sono più disponibili sul sito del nostro quotidiano

Festa sospesa sulla Panaria, 100 persone fatte spostare a Bologna

da | Giu 19, 2017 | In Primo Piano, Curiosità, Camposanto | 0 commenti

Aggiornamento 19 giugno. Il comandante dei Carabinieri Alessandro Iacovelli che abbiamo contattato oggi spiega che:

“Non c’è stata nessuna violazione accertata poiché la “festa” non è mai iniziata. Il locale era sprovvisto di autorizzazione e per questo l’evento non si è tenuto”

*****

Festa sospesa a Camposanto, 100 persone (inizialmente si era diffusa la voce che fossero trecento, ma in realtà erano un centinaio. Ndr) fatte spostare a Bologna. E’ accaduto sabato sera, quando nella vasta area esterna con piscina di un locale di via Panaria Est si stava svolgendo il Twilight Heroes, una due giorni di musica organizzata dalla Evil Corp a partire da sabato pomeriggio che avrebbe attirato a Camposanto più di 300 persone provenienti da tutta Italia.

Il programma, diffuso anche via Facebook, avrebbe dovuto prevedere due piste con musica diversa, psy trance e tekno. Durante la notte si sarebbero dovuti tenere spettacoli di giocoleria e musica chill out. Era in programma di allestire l’area cinema e lo spazio grigliate e di dare la possibilità a chi lo volesse di fermarsi direttamente lì per la notte, dormendo in tenda: la musica sarebbe ripartita la domenica mattina alle ore 10 per poi andare ancora avanti per tutto il giorno e la sera, fino alle due di lunedì. in via Calzoni

Dalle 18 di sabato quindi i partecipanti al Twilight Heroes hanno cominciato ad arrivare a Camposanto e i dj di fama internazionale chiamati per l’occasione si preparavano a fare girare i dischi. Tempo di far sera, che però sono arrivati i Carabinieri della stazione di San Felice sul Panaro, e dopo un confronto con il legale della Evil Corp, e senza che venisse elevata alcuna contestazione o stilato un verbale – si è deciso di cambiare location.

Così, armi e bagagli il centinaio di persone che già era arrivata per la festa è stata costretta a lasciare il locale di Camposanto, sono stati spostati altoparlanti, allestimenti e decorazioni. E’ stata trovata un’alternativa a Bologna, in via Calzoni, al chiuso, e la festa si è poi svolta lì.

“Noi siamo sempre in totale legalità e professionalità in qualsiasi parte del mondo andiamo a rappresentare la nostra linea Musicale. E continueremo a farlo in serenità”, commentano gli organizzatori dell’evento, la Evil Corps, specificando che a loro in particolare non è stato contestato nulla.