Questo è l’archvio articoli di sulpanaro.net
Qui trovi tutti gli articoli che non sono più disponibili sul sito del nostro quotidiano

Truffa ed evasione fiscale, rinviato a giudizio imprenditore di Mirandola

da | Ott 3, 2017 | Mirandola, Cronaca | 0 commenti

È stato rinviato a giudizio un imprenditore di Mirandola, falso consulente finanziario cinquantenne noto per essere il protagonista di diverse maxi truffe ed evasione fiscale. Lo ha deciso la giudice Barbara Malvasi al termine dell’udienza preliminare che si è svolta lunedì 2 ottobre in tribunale.

Come riferisce l’edizione odierna del Resto del Carlino, a processo andranno anche la moglie e un complice bresciano. Hanno patteggiato invece un anno e nove mesi per riciclaggio due modenesi.

Secondo le indagini della Guardia di Finanza, coordinata dal pm Marco Imperato, S. e i suoi complici avevano architettato un commercio di crediti d’imposta in realtà inesistenti, una truffa che ammonta a 6 milioni di euro. L’accusa è di evasione e frode fiscale, truffa aggravata e riciclaggio.

Secondo le Fiamme Gialle, attraverso la creazione di società di capitali o onlus fittizie venivano simulate assunzioni con contratti a tempo indeterminato in modo da ottenere crediti da utilizzare per compensare le imposte, le tasse e i contributi previdenziali dovuti. Sempre secondo l’accusa, i crediti d’imposta venivano piazzati sul mercato attraverso siti internet ad un prezzo molto inferiore al valore nominale.

I fatti risalgono ad un arco di tempo che va dal 2013 al 2016 e gli episodi contestati in questo specifico procedimento riguardano il 2015 e il 2016. 56 complessivamente le aziende truffate. L’udienza è fissata per il 25 gennaio 2018.