Questo è l’archvio articoli di sulpanaro.net
Qui trovi tutti gli articoli che non sono più disponibili sul sito del nostro quotidiano

Ai Comuni arrivano 2, 7 milioni di fondi da investire per le piccole opere

da | Gen 1, 2019 | Bomporto | 0 commenti

“Più di due milioni e 700mila euro per le piccole opere in 40 Comuni modenesi”. I Senatori del MoVimento 5 Stelle Maria Laura Mantovani e Gabriele Lanzi, insieme alla Deputata M5S Stefania Ascari, presentano l’effetto che avrà la manovra sul nostro territorio.

“La Manovra del Popolo introduce risorse aggiuntive per permettere ai territori di rispondere ai cittadini su temi vitali quali edilizia pubblica e prevenzione del rischio sismico, manutenzione e sicurezza, valorizzazione dei beni culturali e ambientali – spiegano Mantovani, Lanzi e Ascari –. I contributi copriranno fino al 50% dell’importo delle opere. Saranno di 100mila euro per le municipalità fino a 20mila abitanti, di 70mila euro per quelle fino a 10mila abitanti, di 50mila euro fino a 5mila abitanti e di 40mila euro fino a 2mila abitanti. In particolare, i Comuni di Maranello, Pavullo, Fiorano, Nonantola, Finale, Soliera, Castelnuovo, Spilamberto, Castelvetro, San Felice, Bomporto e Novi potranno presentare domande per ricevere fino a 100mila euro a testa; Savignano, Campogalliano, Concordia, Serramazzoni, Cavezzo, San Cesario, Medolla, Ravarino, San Prospero e Marano potranno ricevere fino a 70mila euro a Comune; Zocca, Bastiglia, Guiglia, Prignano, San Possidonio, Montese, Camposanto, Fanano, Lama, Sestola, Pievepelago, Palagano e Montefiorino potranno avere fino a 50mila euro a Comune; per Frassinoro, Polinago, Fiumalbo, Montecreto e Riolunato sono stati disposti fino a 40mila euro a Comune”.

In totale, sono così previste risorse fino a 2.750.000 euro per i quaranta Comuni interessati. “Le risorse si vanno a sommare al fondo di un miliardo di euro disposto dallo sblocco di avanzi di amministrazione per i Comuni virtuosi – riprendono i Portavoce del M5S –.  Una boccata d’ossigeno agli enti locali dopo gli stringenti vincoli del Patto di Stabilità interno e del Pareggio di Bilancio”.