Questo è l’archvio articoli di sulpanaro.net
Qui trovi tutti gli articoli che non sono più disponibili sul sito del nostro quotidiano

San Possidonio rende onore alla partigiana Gina Borellini

da | Ott 28, 2019 | San Possidonio | 0 commenti

San Possidonio rende onore alla partigiana Gina Borellini. E’ stata figura simbolo della Resistenza della Bassa. A San Possidonio domenica si è festeggiato il centenario dalla nascita di Gina Borellini, partigiana, medaglia d’oro al valor militare e parlamentare della Repubblica.

Erano presenti il sindaco Carlo Casari, l’assessore regionale Massimo Mezzetti, Aude Pacchioni dell’Anpi, Alfredo Roversi responsabile Anpi di S.Possidonio, per la Regione anche il consigliere Enrico Campedelli.Il tutto accompagnato dalla Filarmonica Giustino Diazzi di Concordia.
In onore della Borellini è stata apposta una stele con un bassorilievo. In Municipio a San Possidonio c’è la mostra “Un paltò per l’onorevole…un’eredità di tutti” a cura di Barbara Pederzini e Caterina Liotti del Centro Documentazione Donna di Modena.

Scrive la sindaca di Camposanto Monja Zaniboni:

Stamattina abbiamo presenziato al centenario della nascita di Gina Borellini, staffetta partigiana col nome di Kira e medaglia d’oro della Resistenza.
I momenti intensi sono stati diversi e trovare le parole giuste per spiegarli non è facile.
Aude Pacchioni, partigiana ed amica di Gina, ne ha fatto un ritratto bellissimo, di donna modesta ma determinata che ha vissuto la propria vita battendosi per i diritti delle donne e per i valori democratici.
La testimonianza di Aude Pacchioni ha messo sicuramente in discussione la mia capacità di tramandare ciò che non andrebbe mai dimenticato, ma vorrei provarci condividendo la poesia letta dalla giovanissima Ginevra, la pronipote di Gina, che mi ha permesso di fotografare il testo. La poesia trasuda della vita e dell’impegno di una donna protagonista e sempre, sempre in prima fila per il raggiungimento della pace e della giustizia sociale.
Consiglio la mostra ‘Un paltó per l’onorevole… un’ eredità di tutti’ organizzata da Caterina Liotti e Barbara Pederzini del Centro Documentazione Donna di Modena a San Possidonio, e mi complimento con l’Amministrazione e l’Anpi di San Possidonio per aver permesso la sedimentazione del ricordo di Gina Borellini con la scultura in suo onore.