Questo è l’archvio articoli di sulpanaro.net
Qui trovi tutti gli articoli che non sono più disponibili sul sito del nostro quotidiano

Riapertura della discarica di Medolla, tutto sospeso

da | Feb 5, 2020 | In Primo Piano, Mirandola, Finale Emilia, San Felice sul Panaro, Medolla | 0 commenti

Riapertura della discarica di Medolla, sospeso tutto. Lo ha annunciato il sindaco di Medolla, Alberto Calciolari, in apertura della Commissione Ambiente che si è tenuta martedì sera. Era un appuntamento molto atteso dai cittadini, che hanno appreso all’ultimo momento, a giochi già chiusi, della decisione di riaprire la discarica Aimag di Villafranca, per portarci dentro 245 mila tonnellate di nuovi rifiuti. Da subito, appena l’opposizione ha scoperto quel che stava accadendo, i cittadini si sono mobilitati anche costituendo un comitato di protesta.  E anche martedì sera i cittadini hanno risposto, affollando la sala comunale.

Nella riunione ha preso subito la parola il sindaco dando la notizia che ha lasciato tutti a bocca aperta. Calciolari ha spiegato che l’atto relativo alla discarica è sospeso, e quindi tutta la procedura è sospesa. Perchè, ha argomentato, “c’è stato  un vizio di forma da parte nostra” a quanto pare per una mancata pubblicazione all’Albo Pretorio risalente a febbraio 2019.. Ma poi ha freddato tutti dicendo che “l’atto è da riproporre”. Insomma, l’iter autorizzativo per riaprire la discarica di Medolla ripartirà. La discarica s’ha da fare.

La Commissione ambiente è andata avanti per diverse ore, e ha avuto momenti anche tesi, poi è stata aggiornata.

Che qualcosa non andasse nell’atto comunale che autorizzava la riapertura, lo hanno notato da subito le opposizioni. Era ad esempio passato troppo tempo dal momento della sua approvazione a quello della sua pubblicazione sull’albo pretorio, ben più di un mese. Inoltre, mai erano stati coinvolti i cittadini nella questione, come invece dovrebbe essere. La scelta di sospendere gli effetti della Delibera è stata esclusivamente una scelta dell’amministrazione.

Ora cosa accade? Aimag ripresenterà il progetto, il Comune pubblicherà gli atti e i cittadini avranno 60 giorni di tempo per presentare le loro osservazioni.

E lunedì sera, promosso dla Comune, è poi previsto un incontro in auditorium alle 21 in occasione del quale tutti i cittadini potranno intervenire.

Discarica di Medolla