Questo è l’archvio articoli di sulpanaro.net
Qui trovi tutti gli articoli che non sono più disponibili sul sito del nostro quotidiano

Discarica di Medolla, chiusi i termini per le osservazioni

da | Giu 16, 2020 | In Primo Piano, Medolla | 0 commenti

MEDOLLA – Lunedì 15 giugno si sono chiusi i termini, di cui è stata concessa proroga rispetto alla prima scadenza del 10 aprile 2020 a causa della situazione emergenziale in atto, per la presentazione delle osservazioni in merito al progetto, proposto da Aimag, denominato “RACCORDO MORFOLOGICO TRA AREA EST E AREA OVEST DELLA DISCARICA PER RIFIUTI NON PERICOLOSI”, riguardante l’impianto, di proprietà della stessa Aimag, sito a Medolla in via Campana. lI progetto prevede che in via Campana verranno messe 245 mila tonnellate di rifiuti speciali non pericolosi, con garanzie tecniche di miglioramento delle condizioni del sito. Ma il progetto non convince il centrodestra e i residenti e i cittadini che si sono costituiti nel comitato di protesta “Questa è casa mia” e con i loro tecnici hanno prodotto una cinquantina di osservazioni.

Le osservazioni raccolte sul sito della Regione Emilia-Romagna, tra cui quelle avanzate da parte del comitato cittadino che si oppone al progetto, verranno a questo punto analizzate dagli enti competenti, e in seguito a questa analisi si riunirà la Conferenza dei Servizi per valutare il progetto e comunicare ai partecipanti i contenuti delle osservazioni stesse. In seguito potranno essere richieste ad Aimag, che propone il progetto, eventuali integrazioni, integrazioni che dovranno essere fornite entro trenta giorni. All’iter del progetto e alle informazioni utili per i cittadini verrà dedicata nei prossimi giorni un’apposita sezione del sito Internet del Comune. Pur non essendo tra gli enti preposti a riceverle, come specificato dall’avviso, il Comune di Medolla ha comunque inviato alla Regione tutte le osservazioni giunte in Municipio, spiega una nota dell’Amministrazione comunale

“Si chiude una fase importante di questo procedimento, ora lineare in tutte le sue parti – commenta Alberto Calciolari, sindaco di Medolla – durante la quale chi doveva esprimere dubbi e fare osservazioni ha avuto tutte le possibilità di farlo, mettendoci nome e cognome perché, come ho già dichiarato, le comunità non devono vivere di sospetti, ma di responsabilità. Ora la parola passa agli enti preposti, che valuteranno il progetto esclusivamente su basi scientifiche, sono sicuro in modo obiettivo e con piena libertà di giudizio”.

 

LEGGI ANCHE