Questo è l’archvio articoli di sulpanaro.net
Qui trovi tutti gli articoli che non sono più disponibili sul sito del nostro quotidiano

Ripartenza post-covid, svolta green dell’Emilia-Romagna

da | Giu 27, 2020 | Bomporto | 0 commenti

SVOLTA GREEN DELL’EMILIA-ROMAGNA: Via libera dall’Assemblea legislativa al pacchetto di tre risoluzioni di Europa Verde per la ripartenza post-covid in chiave di riconoscimento della strategicità della sanità pubblica, sostenibilità ambientale e transizione ecologica, promozione della mobilità ciclistica e del mobility management.

Silvia Zamboni, consigliera regionale di Europa Verde e Vice-Presidente dell’Assemblea legislativa: “L’epidemia Covid-19 ci ha insegnato che c’è uno stretto legame tra ambiente, salute e sistema economico e che la sanità pubblica è strategica e va sviluppata in chiave di medicina del territorio. Per questo bisogna cogliere la pianificazione della ripartenza post epidemia per avviare da subito l’ormai indifferibile transizione ecologica all’insegna del contrasto all’emergenza climatica e del sostegno a green economy, impiego delle fonti di energia rinnovabili, mobilità sostenibile”.

L’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna ha approvato il pacchetto di tre risoluzioni del Gruppo Europa Verde che impegnano la Giunta regionale a impostare il dopo-emergenza sanitaria mettendo in campo strategie e risorse che avviino la conversione ecologica della regione, promuovano la mobilità ciclistica e rafforzino la figura dei mobility manager. 

“Serve la svolta green per il rilancio economico e sociale post emergenza sanitaria all’insegna della sostenibilità ambientale, del contrasto all’emergenza climatica e della promozione della green economy e della mobilità sostenibile, al fine di avviare da subito la transizione ecologica della regione”, ha dichiarato intervenendo in Aula Silvia Zamboni, consigliera di Europa Verde e Vice Presidente dell’Assemblea legislativa. “La sanità pubblica, che ha dimostrato la propria strategicità, va sviluppata in chiave di medicina del territorio e cure domiciliari, considerando parte integrante della tutela della salute le attività di prevenzione primaria, a cominciare dal risanamento ambientale, e non solo le attività di cura e di diagnosi precoce”. La consigliera Zamboni ha inoltre sottolineato in particolare che la fase post-emergenza coronavirus deve caratterizzarsi con il sostegno, oltre che al trasporto pubblico, alla mobilità ciclistica urbana sia per non perdere i benefici ottenuti in questi mesi in termini di riduzione dell’inquinamento da traffico, sia per promuovere modalità di spostamento individuali in sicurezza alternative all’uso dell’auto.

“La recente presentazione del Programma di mandato ci rassicura che la Giunta Bonaccini si sta muovendo nella giusta direzione. Vigileremo perché alle intenzioni espresse corrispondano programmazione puntuale, risorse e investimenti coerenti e adeguati”.