Questo è l’archvio articoli di sulpanaro.net
Qui trovi tutti gli articoli che non sono più disponibili sul sito del nostro quotidiano

San Possidonio, guidava con documenti di guida falsi: denunciata donna di 45 anni

da | Giu 28, 2020 | In Primo Piano, San Possidonio | 0 commenti

Gli agenti della Polizia Locale dell’Unione Comuni Modenesi Area Nord l’hanno sorpresa nei giorni scorsi a San Possidonio mentre guidava la propria auto con una patente e un permesso internazionale falsi.
E’ così finita nei guai una cittadina di origine orientali residente a Mirandola, di 45 anni, che è stata denunciata per uso di documenti di guida falsi.
La conducente è stato fermata alla guida di un monovolume Citroen a San Possidonio in località Forcello in Via Matteotti, dagli agenti dalla Polizia Locale Area Nord, durante un posto di controllo.
Gli agenti si sono insospettiti immediatamente davanti alla patente di guida straniera unitamente al permesso internazionale mostrati dalla conducente e sono subito scattati gli accertamenti.
Da un controllo in banca dati è risultato che alla straniera nell’anno 2014 le era stata revocata la patente di guida italiana.
Pertanto la conducente è stata accompagnata presso il Comando Polizia Locale dove sono stati eseguiti accertamenti con strumenti specifici, al fine di verificare l’autenticità dei documenti di guida esibiti.
E’ stato accertato che la patente nazionale straniera esibita rilasciata nell’anno 2015 era falsa, in quanto il supporto era originale, ma i dati, la tecnica di stampa e gli altri elementi erano contraffatti.
Anche il permesso internazionale della validità di un anno che deve sempre accompagnare la patente nazionale era falsificato.
Pertanto le due patenti di guida sono state sequestrate e la quarantacinquenne è stata denunciata all’Autorità Giudiziaria per falsificazione di documenti di guida.
La Polizia Locale provvederà nei prossimi giorni ad acquisire presso il Ministero dei Trasporti gli atti inerenti alla revoca della patente di guida italiana posseduta in precedenza dalla donna di origine orientale, avvenuta nell’anno 2014 al fine di redigere il verbale per guida in Italia senza patente in quanto revocata che comporterà una sanzione amministrativa di € 5.000.