Comune Unico della Bassa, si va al ralenti. E il seminario esplicativo salta per la terza volta

da | Feb 27, 2017 | Cavezzo | 0 commenti

L’area del Comune Unico (elaborazione grafica SulPanaro.net)

Il progetto di Comune Unico della Bassa? Va al ralenti, dopo il serrato di battito di qualche mese fa in cui i vari sindaci prendevano posizione tra chi di diceva pro, e chi si diceva contro. Ora e tutto fermo. E addirittura, il “Seminario sul riordino territoriale” organizzato dalla Regione per consiglieri comunali Area Nord  è stato rinviato per la terza volta.  Spiega la consigleira di cavezzo katia Motta che il seminario è stato “Rinviato una volta per indisposizione dei relatori, la seconda appena dopo il referendum pensando forse al blocco delle riforme, oggi perché il sottosegretario non c’è per cause di forza maggiore”.

Si tratta di un appuntamento importante nel processo di coinvolgimento del territorio nella decisione di creare un Comune Unico che comprenda Mirandola, Medolla, Camposanto, Concordia, San Prospero e forse anche Cavezzo e San Felice sul Panaro, e chissà se mai si arriverà anche a Finale Emilia o San Possidonio che per ora si tirano fuori. Riguarda i politici locali, che sia che ricoprano ruoli amministrativi che politici, devono conoscere approfonditamente la materia, in modo da spiegarla neanche poi ai cittadini che presto o tardi saranno chiamati a votare per l’unificazione dei Comuni.

Ma per ora, sembra che di fretta non ce ne sia proprio.