Questo è l’archvio articoli di sulpanaro.net
Qui trovi tutti gli articoli che non sono più disponibili sul sito del nostro quotidiano

I volontari tirano a lucido la stazione dei bus di Finale Emilia

da | Giu 30, 2020 | In Primo Piano, Finale Emilia | 0 commenti

FINALE EMILIA – I volontari tirano a lucido la stazione dei bus di Finale Emilia. Un gruppo di volontari – nella foto di rito erano riconoscibili anche esponenti della giunta di centrodestra, tra cui il sindaco Sandro Palazzi, l’assessora Beatrice Ferrarini, il presidente del Consiglio Comunale Paolo Saletti e il vicesindaco Lorenzo Biagi –  si è occupato della pulizia della stazione dei bus dopo le recenti polemiche che l’hanno vista al centro dell’attenzione, soprattutto sulle pagine dei social. Dopo che non è stato rinnovato il contratto al custode, infatti, i cittadini segnalano che il degrado si presenta ciclicamente.

Domenica il caldo non ha fermato chi si è armato di scopa e ramazza per le pulizia di primavera della stazione dei bus, su cui regolarmente interviene Geovest che spazza e svuota i cestini.

Il locale della stazione dei bus sarà presto adibito ad altro: si parlava di metterci lì qualche associazione e in particolare la scuola di musica e la banda Rulli Frulli, che nella attuale sede comincia a stare stretta. Una data precisa ancora non c’è – manca ancora la delibera di concessione d’uso – ma ormai ci siamo.

Intanto, i volontari hanno preso in mano la situazione, anche se non è passata inosservata la presenza di mezza giunta all’evento. Sui social c’è chi ha notato che se si  è reso necessario l’intervento dei volontari, la stazione non era poi così pulita come sosteneva il sindaco qualche giorni fa. E che magari, invece di vedere i volontari al lavoro, sarebbe preferibile vedere che la Giunta cambi l’appalto o si attivi di modo da rendere le grandi pulizie un fatto ordinario.

LEGGI ANCHE:
Finale Emilia, da troppo tempo degrado alla stazione dei bus
Finale Emilia, degrado stazione, Palazzi: “Effettuati interventi per pulizia, sicurezza e manutenzione”