Questo è l’archvio articoli di sulpanaro.net
Qui trovi tutti gli articoli che non sono più disponibili sul sito del nostro quotidiano

Mirandolexit, San Possidonio in controtendenza conferisce personale all’Unione

da | Giu 24, 2020 | In Primo Piano, Mirandola, Finale Emilia, San Felice sul Panaro, Concordia, Medolla, Cavezzo, Camposanto, San Possidonio, San Prospero | 0 commenti

SAN POSSIDONIO – Nonostante il momento di profondo cambiamento per l’Unione Comuni Modenesi Area Nord e il suo futuro, la Giunta e i Consiglieri di San Possidonio hanno deciso di conferire il Servizio Personale all’Unione.

Il sindaco Carlo Casari commenta così, in una nota del Comune in cui si definisce presa “all’unanimità”, la decisione: “Noi crediamo nell’Unione e nelle sue potenzialità: lavorare insieme porta sempre migliori opportunità soprattutto in quei servizi dove è necessaria elevata competenza tecnica. Questo è possibile quando si creano le condizioni adeguate, come è successo in queste settimane per il conferimento del Servizio del Personale, a dispetto di chi non crede nella collaborazione e fa il possibile perché non si raggiungano obiettivi”. 

“Mai come nei momenti di crisi, serve unità” –  dice Claudia Pitocchi capogruppo “Indipendenti” –  “La nostra volontà è in primo luogo quella di andare incontro alle esigenze e ai bisogni dei cittadini”.

La decisione è stata votata nel corso del Consiglio comunale del 23 dicemebre dove erano presenti i soli consiglieri di maggioranza, che hanno votato il provvedimento all’unanimità. Il centrodestra ha disertato l’appuntamento per protesta,considerando la riunone del Consiglio comunale “Una semplice passerella per approvare in Consiglio quanto doveva essere discusso nella commissione” convocata la sera prima e andata invece deserta non per colpa dell’opposizione.

Leggi anche

San Possidonio, il centrodestra all’attacco di sindaco e Giunta: “Se le suonano e se le cantano da soli”