Questo è l’archvio articoli di sulpanaro.net
Qui trovi tutti gli articoli che non sono più disponibili sul sito del nostro quotidiano

Fumata nera in Aimag, non si trova l’accordo sulla nomina dei Cda

da | Giu 30, 2020 | In Primo Piano, Mirandola, San Felice sul Panaro, Concordia, Medolla, Cavezzo, Camposanto, San Possidonio, San Prospero | 0 commenti

MIRANDOLA, CAVEZZO, CONCORDIA, SAN FELICE, SAN PROSPERO, CAMPOSANTO, SAN POSSIDONIO, BOMPORTO, BASTIGLIA, CARPI, SOLIERA, RAVARINO  – Fumata nera in Aimag, non si trova l’accordo sulla nomina dei cinque membri, presidente compreso, del Cda. Ricostruiscono dalla multiultility della Bassa:

Nella mattinata di lunedì 29 giugno  si è svolta l’assemblea dei soci di AIMAG per l’approvazione dei bilanci (che verranno illustrati nei prossimi giorni alla stampa con un’iniziativa specifica) e la nomina del nuovo Consiglio di amministrazione della società. Nel corso dell’Assemblea il Presidente del Patto del Sindacato ha proposto di posticipare la nomina dei membri del nuovo CDA ad un’assemblea di prossima convocazione per avere il tempo di condividere, in maniera compiuta, fra i Sindaci e gli altri soci i nomi degli organi amministrativi, anche in ragione del fatto che alcuni bandi per le candidature al CDA si sono chiusi venerdì scorso.

L’esito della gara per acquisire Unieco, fallita perchè ha vinto una concorrente che ha fatto un’offerta migliore, ha scompagino i piani di allargamento che erano in programma, e fatto deflagrare tutte le tensioni che avevano diviso i Comuni soci tra quelli di Mirandola e della Bassa che insistevano per portare a termine l’operazione e quelli carpigiani che sembravano fare melina.

A pagare dazio è stato il presidente del patto di sindacato di Carpi, il sindaco Alberto Bellelli che si è dimesso, e la poltrona è finita all’outsider sindaco di Poggio Rusco. E ora che si è aperta la consultazione per le nomine, si prende tempo per trovare una quadra. Infatti, i soci mantovani hanno  proposto Mario Berni, Carpi – che con i comuni limitrofi facendo asse con Bomporto e Bastiglia ha la maggioranza dei voti e può esprimere presidente e consigliere – ha indicato quelli di Gianluca Verasani alla presidenza e come consigliera Paola Ruggiero.

Le proposte della Bassa sono invece ufficialmente arrivate troppo tardi per essere soppesate. Ma in realtà c’è divisione tra i Comuni. Il Pd ha proposto Matteo Luppi e la Lega ha accettato, la Lega ha proposto Vittoria Varianini ma il Pd nicchia.