Questo è l’archvio articoli di sulpanaro.net
Qui trovi tutti gli articoli che non sono più disponibili sul sito del nostro quotidiano

Cispadana, i sindaci della Bassa la vogliono a tutti i costi

da | Gen 20, 2018 | In Primo Piano, Mirandola, Finale Emilia, San Felice sul Panaro, Concordia, Medolla, Cavezzo, Camposanto, San Possidonio, San Prospero | 0 commenti

Il documento lo firmano i sindaci della Bassa di Cavezzo, Mirandola, San Felice, Medolla, San Prospero, Camposanto  e San Possidonio, praticamente tutti tranne Finale Emilia, e arriva a seguito delle richieste sull’Autostrada Cispadana da parte della Commissione del Parlamento Europeo per le petizioni.

Questo il testo:

L’Unione Comuni Modenesi Area Nord appoggia pienamente le dichiarazioni rilasciate dalla Regione Emilia-Romagna e ribadisce che la Cispadana è un’opera d’importanza fondamentale per l’intero territorio dell’Unione, sia nell’ambito economico sia in quello della viabilità. L’infrastruttura è un’opera strategica di cui si discute da oltre vent’anni e creerà un collegamento con l’autostrada del Brennero, una soluzione strategica che renderà più competitive le imprese locali e renderà più fluido il traffico regionale.
La Cispadana risponde alla domanda di mobilità presente nell’area e svolge un ruolo di stimolo per il tessuto economico locale migliorando l’accessibilità e accrescendo l’attrattività delle realtà economiche e industriali del territorio. E’ altresì un elemento strategico per la competitività economica del territorio e di alcuni importanti distretti industriali. Velocità e logistica efficiente sono uno strumento fondamentale per competere in un mondo sempre più globalizzato. Soprattutto dopo gli eventi sismici del 2012 che hanno colpito il nostro territorio.
L’intervento risulta anche sostenibile dal punto di vista dell’impatto ambientale. Lo scorso luglio il Ministero dell’Ambiente ha approvato il progetto dell’autostrada dopo una procedura di Via nazionale. Esito positivo anche per quanto riguarda la valutazione relativa alle aree Sic/Zps (siti d’importanza comunitaria e zone di protezione speciale) attraversate o prossime all’infrastruttura. Infine, l’analisi trasportistica e lo studio del traffico sull’impatto acustico ed atmosferico hanno ottenuto valutazioni favorevoli.
L’UCMAN confida nella realizzazione tempestiva dell’Autostrada Cispadana, nel rispetto delle normative nazionali e comunitarie. Si tratta di un’opera prioritaria per lo sviluppo del territorio.

LEGGI ANCHE:

Cispadana, la Regione risponde all’Europa: “Quell’autostrada si può e deve fare”

Cispadana, l’Europa dà ragione ai No: “Danneggia le Valli Mirandolesi”

Potere al Popolo sull’Autostrada Cispadana: “Non va fatta, ce lo chiede l’Europa”

No alla Cispadana e alla Bretella, si mobilita il Movimento 5 Stelle

Cispadana, Pattuzzi: “Cantieri pronti a partire entro il 2019”

Autostrada Cispadana, Rifondazione non ci sta

Cispadana, ci siamo: si è chiusa la Via